Progetto SAI. Le storie di Seydou, Hassan e Karim

progetto SAI

Se dal fenomeno dell’immigrazione togliamo la fredda voce delle statistiche e il rumore assordante della paura, resta la crudezza autentica delle storie che salva dal pietismo. Restano volti e nomi, che mettono al riparo dall’indifferenza. Dopo l’intervista alle operatrici del Progetto SAI (Sistema Accoglienza e Integrazione), restituiamo attraverso il racconto le storie di alcuni dei […]

Bolle di Tsunami. «Parlare del proprio dolore può essere di aiuto per gli altri», Michele Spaccarotella

Bolle di Tsunami

Nel libro uscito il 29 settembre, Bolle di Tsunami, Michele Spaccarotella, psicoterapeuta psicodinamico e psicosessuologo, ha scelto di dialogare con l’Altro attraverso la condivisione dei propri vissuti personali. Le sue riflessioni, raccolte nell’arco di venticinque anni, rileggono esperienze personali di dolore – «affrontato, abbracciato e utilizzato attraverso la parola scritta» – con l’intento di fare […]

Hospice “Casa delle Farfalle”. Intervista a Luca Di Sarra e ai volontari dell’associazione “Il Glicine”

hospice casa delle farfalle

Durante il nostro reportage all’Hospice Casa delle Farfalle abbiamo incontrato Luca Di Sarra, coordinatore infermieristico della struttura, con il quale ci siamo soffermati sui principi etici e sui diversi modelli assistenziali che guidano gli operatori e le operatrici nell’esercizio della loro professione. «La nostra direzione è la stessa seguita dal governo centrale con il DM […]

«L’Hospice è un mondo soglia tra due condizioni: la vita e la morte», Anna Iovacchini

hospice

Per trattare il tema della malattia terminale, connesso al fine vita e alle cure palliative, ci siamo confrontati con gli operatori e le operatrici che prestano servizio all’Hospice di Isola del Liri, “Casa delle Farfalle”. In questa prima intervista l’assistente sociale Anna Iovacchini lascia il proprio contributo rendendoci partecipi del suo vissuto personale e portando […]

L’identità sessuale nella dipendenza. Intervista a Lucio Maciocia

identità sessuale

Nella seconda parte dell’intervista a Lucio Maciocia, psicoterapeuta e responsabile U.O.C. Patologie da Dipendenza della Asl di Frosinone, abbiamo affrontato lo stretto legame che intercorre tra l’utilizzo di sostanze psicotrope e l’origine sociale della manifestazione di questo disagio, oltre al ruolo centrante dell’identità sessuale maschile e femminile nella dipendenza. «Il soddisfacimento del bisogno non ha […]

Comunità Exodus. Le attività della struttura e il ruolo dell’Unità di strada

Comunità Exodus

Durante la nostra visita alla Comunità Exodus abbiamo avuto modo di confrontarci con il responsabile, Luigi Maccaro, in merito al funzionamento della struttura e alla percezione della tossicodipendenza da parte della società. Prima di incontrarlo abbiamo conosciuto Silvia Scafa, referente delle attività di Unità di strada, la quale ci ha raccontato il lavoro svolto a […]

Tossicodipendenza e relazione. «La psicoterapia è accompagnare una persona nel pensiero», Lucio Maciocia

tossicodipendenza e relazione

Con Lucio Maciocia, psicoterapeuta e responsabile U.O.C. Patologie da Dipendenza della Asl di Frosinone, abbiamo riflettuto sui legami primari che segnano – e plasmano – l’esistenza dell’Altro, sul pericolo della violenza come fattore identitario, sulla mancanza del senso di comunità nelle nostre vite. Al centro del nostro confronto l’idea di relazione come atto fondativo dell’umano. […]

Il Ser.D di Frosinone. Intervista alla psicoterapeuta Marina Zainni

Ser.d di Frosinone

Il confronto con Marina Zainni, psicoterapeuta del Ser.D di Frosinone, U.O.C. Patologie da Dipendenza della Asl di Frosinone, ci ha restituito il valore fondante delle emozioni che diventano materia viva nella relazione tra il curante e il paziente dipendente da sostanze. «Amore è il fatto che tu sei il coltello con quale frugo dentro me […]

L’incontro con gli operatori del Ser.D di Cassino. Il lavoro di prevenzione e la prospettiva del curante

Ser.D di Cassino

Il nostro lavoro muove dall’esigenza di riportare al centro le esistenze poste al margine. In-esistente è esistere dentro qualcosa nonostante il tentativo di strozzare la voce all’interno di categorie prestabilite. Da qui la scelta di affrontare il tema della tossicodipendenza confrontandoci con operatori e utenti, con l’intento di raccontare l’autentico che eccede i confini del […]

Carcere e studio. «Avevo la sensazione di sentirmi altrove, non più in carcere»

carcere e studio

Dopo aver affrontato il tema dello studio in carcere con una tutor universitaria, abbiamo scelto di pubblicare la testimonianza di Roberto Pecci, persona detenuta presso la Casa Circondariale di Rebibbia Nuovo Complesso. È iscritto al corso di laurea in Beni Culturali e presto discuterà la sua tesi di laurea in Drammaturgia Antica. A Roberto abbiamo […]

Reinserimento sociale. Reti di intervento e percorsi individuali

reinserimento sociale

Raccontando il carcere nel corso di questi mesi abbiamo tentato di renderlo tangibile contrastando la smaterializzazione dei vissuti. Abbiamo dato voce a chi anima questi luoghi provando a superare la spersonalizzazione intrinseca alle strutture di contenimento, che a loro modo cancellano tracce di vita eccedente. Il diritto alla salute, il fine pena mai, il modello […]

Processi mediatici. Spettacolarizzazione del dolore e rimozione della complessità

processi mediatici

Il mondo nel quale viviamo sembra avere un bisogno estremo di parole. Lo strumento potente della rete assicura la possibilità di esprimere un’opinione sugli argomenti più disparati, mentre i reality show che popolano i palinsesti televisivi donano al pubblico l’illusione di poter osservare dal buco della serratura l’intimità di personaggi, come si suol dire, già […]

Carcere. Ricostruire un benessere a partire dal rapporto con la propria corporeità, Mauro Palma

L’intervento di Mauro Palma, Garante nazionale dei diritti delle persone private della libertà personale, durante il convegno del 23 marzo a tema carcere e reinserimento, tra i numerosi spunti di riflessione ha posto l’accento su un dettaglio: la conversione dell’atteggiamento trattamentale in atteggiamento di orientamento, nella misura in cui l’orientamento – pur prevedendo il controllo […]